Mina e Cocciante, due grandi artisti amati e seguiti da milioni di fan

0

due grandi artisti amati e seguitiMina e Cocciante, due artisti di fama  internazionale destinati a passare  in modo permanente nella storia della musica. I curricula vitae  di questi due cantanti si intrecciano nell’ambito musicale avendo cantato insieme uno dei più grandi brani musicali,  di cui  Riccardo Cocciante ha scritto anche il testo.
Entrando  nel merito di alcune canzoni indimenticabili dei due artisti è il caso di tracciare per ambedue una breve biografia e ripercorrere nel tempo alcuni momenti della canzone italiana segnata da capolavori che ancora oggi, dopo decenni, continuano ad essere cantate e ricordate con grande nostalgia. I capolavori musicali di questi due artisti sono passati  da una generazione all’altra  fino ai giorni nostri.  Nel contempo i due cantanti  continuano a stupire con  le loro  performance.  Di seguito  il capolavoro dei due grandi artisti in duetto (Questione di feeling) e le loro biografie.  Il brano musicale è consigliato ai single iscritti a Lovesflirt nei momenti di felicità e intimità.

Questione di feeling, il capolavoro di Mina e Cocciante
“Questione di feeling” è un brano del 1985 cantato in duetto dallo stesso cantautore  in collaborazione con Giulio Rapetti in arte Mogol. Il brano, arrangiato da Paul Buckmaster, venne inciso in un 45 giri come singolo oltre ad essere pubblicato negli album dei due artisti:  “Il mare dei papaveri” di Cocciante e “Finalmente ho conosciuto il conte Dracula…” di Mina. Il successo del singolo fu grande e rimase  nelle classifiche per ben 18 settimane. L’album di Cocciante riscosse un successo strepitoso arrivando a superare le 250 mila copie: venne pubblicato, oltre che in italiano, anche in inglese, francese, portoghese e spagnolo. Mentre Mina ne eseguirà anche una versione in spagnolo nel 2007 in duetto con Tiziano Ferro per l’album “Todavìa” con il titolo “Cuestiòn de feeling”.  Inoltre, la versione originale, divenne anche la sigla della trasmissione televisiva “Pentatlon” condotta da Mike Bongiorno. Il testo parla della complicità naturale di due persone il cui grado di appartenenza non è  possibile stabilire,  Un grande brano creato  da due grandi autori ed eseguito da due grandi interpreti:  Mina e  Riccardo Cocciante. Un duetto che è passato alla storia.

Mina, la Tigre di Cremona
Anna Maria Mazzini, conosciuta come semplicemente Mina, nata il 25 marzo 1940 a Busto Arsizio  vive, insieme alla sua  famiglia,  fino all’inizio della sua carriera a Cremona, la città del suo soprannome: la Tigre di Cremona.  La grande cantante si esibisce per la prima volta  nel 1958 sul palco della Bussola di Marina di Pietrasanta.  Il debutto televisivo avviene un anno dopo al “Musichiere” cantando “Nessuno”, una canzone che era stata portata a Sanremo ma che da Mina fu rilanciata con una sua particolare e estroversa interpretazione. Nel 1960 partecipa in prima persona al Festival di Sanremo  ma arriva solo ottava. Ci riprova l’anno seguente con “Le mille bolle blu”, forte dei successi rappresentati da alcuni suoi singoli, ma le sue aspettative vanno deluse anche questa volta, con la conseguenza che promette a se stessa di non partecipare piu al festival. In compenso nel 1961 diventa  protagonista di “Studio Uno”, la popolare trasmissione televisiva. In questo periodo conosce e si innamora dell’attore Corrado Pani, dal quale avrà un bambino, Massimiliano.  La relazione con Pani non è  condivisa  dall’opinione pubblica, dato che l’attore è  già sposato. Il 18 aprile 1963, dopo la nascita di Massimiliano,   Mina viene allontanata  dalla televisione di stato. Un anno dopo, però,   rientra trionfalmente in TV;  tra gli spettacoli più conosciuti va ricordata  “La fiera dei sogni”.  I suoi fans hanno potuto assistere al suo ultimo concerto nel 2001, non dal vivo, ma attraverso Internet.  Il 10 gennaio 2006, a Lugano, dopo 25 anni di convivenza, ha sposato il compagno, il cardiologo Eugenio  Quaini.

Riccardo Cocciante, nato in Vietnam
Cocciante, cantautore e compositore nato in Vietnam a Saigon nel 1946),  padre italiano e madre francese. Raggiunse il successo con Bella senz’anima (1974) e Margherita (1976), con Cervo a primavera (1980). Assistito artisticamente dal grande artista e poeta  Mogol  ha raggiunto l’apice della notorietà  con il bel duetto con Mina  Questione di feeling (1985), di cui abbiamo parlato prima. Per la sua anima internazionale  è riuscito a far conoscere la sua musica in tutto   il mondo, in particolare in Francia dove si è subito collocato in testa alle hit parade. Alla ricca discografia (40 album tra il 1972 e il 2006 in più lingue) va aggiunta la composizione del 1998  Notre Dame de Paris,  successo internazionale, con versione italiana del 2002 . Le altre opere di gran pregio  sono: Le petit prince (2002) e Giulietta e Romeo (2005). Nel 2013 è stato coach del talent show The Voice of Italy; nello stesso anno ha pubblicato la raccolta in quattro CD Sulle labbra e nel pensiero, che contiene i suoi brani più celebri e alcune cover.

Share.

Leave A Reply